Inaugurato a settembre, il nuovo parco pubblico di Bolzano dona alla città uno spazio adibito a parco giochi accessibile con la presenza di un percorso di riabilitazione, promuovendo e consolidando l’idea di “spazio per tutti” che fa della città un luogo sempre più fruibile e vivibile. Il progetto è il risultato di un processo di adeguamento e arricchimento di un ambito della città che era già punto di ritrovo e luogo di socializzazione per le famiglie e per i più piccoli. L’accessibilità di questo parco rende l’idea di un luogo “per tutti” con una particolare attenzione alle disabilità dei più piccoli attraverso la presenza di un percorso di riabilitazione realizzato all’interno del Giardino Petrarca e con l’opportuno abbattimento delle barriere architettoniche. Tra gli interventi effettuati una particolare rilevanza è rappresentata da un ampio pavimento colorato in colato di gomma – all’interno del quale è possibile passeggiare in carrozzina in assenza di ostacoli – e un corrimano in acciaio di diverse altezze che collega i diversi giochi fra loro fungendo da ausilio per bambini ipovedenti e a quanti necessitano di appigli lungo un percorso come strumento di riabilitazione motoria all’aria aperta. L’iniziativa è nata grazie al lavoro di Christine Janssen, fisioterapista presso il Servizio di Neurologia e Riabilitazione dell’Età Evolutiva all’Ospedale di Bolzano, affiancata da Marco Bassetti, rappresentante del comitato dei genitori di VKE (Associazione Campi Gioco e Ricreazione) e da Elena Menegon, logopedista e componente del Direttivo della stessa VKE.